Ginecomastia



Ginecomastia o ipertrofia delle mammelle del maschio

Perchè si manifesta la Ginecomastia?
In alcuni uomini il volume delle mammelle può aumentare per vari motivi. Spesso la causa della ginecomastia è dovuta al sovrappeso, ad alterazioni ormonali, o ad assunzione di alcuni farmaci; altre volte ad una specifica costituzione del soggetto. Molte volte le cause possono non essere identificabili ed il problema si limita al solo danno estetico. Spesso la ginecomastia è a carico di entrambe le mammelle, ma talvolta può esser monolaterale, con ulteriore di disagio estetico, dovuto anche all’asimmetria.

Esistono vari tipi di Ginecomastia?
Essa può consistere in un aumento del volume delle mammelle per un eccesso sviluppo della ghiandola mammaria (Ginecomastia vera) sia per un eccessivo deposito di grasso in tale sede (Ginecomastia falsa) o molte volte per entrambi i motivi contemporaneamente (Ginecomastia mista). Esse possono essere identificate sia con la visita che quantizzate con un esame ecografico. Negli uomini affetti da ginecomastia l’eccessivo volume delle mammelle ha come conseguenza un assai imbarazzante aspetto femminile del torace. Tale anomalia è frequente negli uomini anziani, ma si osserva anche nei giovani.

Come si effettua l’intervento chirurgico?
L’intervento chirurgico per la ginecomastia differisce se l’aumento di volume delle mammelle è dovuto ad un eccesso del solo tessuto adiposo o si associa anche un aumento delle dimensioni della ghiandola. Nel primo caso (ginecomastia falsa) l’intervento per ginecomastia si effettua con la rimozione del tessuto adiposo in eccesso mediante una liposuzione. Questa tecnica è efficace e procura dei risultati assai attraenti con un decorso post operatorio molto rapido.

Nel caso invece che la ginecomastia sia conseguente anche ad un aumento della ghiandola mammaria (ginecomastia vera) si deve asportare il tessuto ghiandolare chirurgicamente mediante una piccola incisione cutanea in sede periareolare, al confine tra la cute scura dell’areola e la pelle chiara, per ottenere una cicatrice poco visibile, grazie alla dissimulazione possibile in questa regione del corpo.

L’intervento per ginecomastia può essere effettuato , in day hospital, in anestesia locale con sedazione, o in anestesia generale, con un giorno di ricovero. Questa scelta è effettuabile a seconda del caso, dell’entità del difetto da correggere ed anche dei desideri della persona.

Quali risultati si ottengono con l’intervento di asportazione della ginecomastia?
I risultati sono immediati e di grande soddisfazione per il paziente. Le cicatrici sono di regola assolutamente modeste e le complicanze sono rare e sono legate alla formazione di ematomi e di modeste irregolarità tra i due lati e facilmente correggibili. Nel Post operatorio il paziente indossa a contatto con la pelle un indumento elasto-compressivo tipo una fascia elastica o una canottiera elastica specifica per il post operatorio. Essa deve essere di regona idossata per 3 settimane e sopra ci si può indossare qualsiasi indumento come ad esempio una camicia con la cravatta.

BIBLIOGRAFIA
Trunk liposculture
BRACAGLIA R. e coll.
Ippocrateios (3): 14-16 199

Torace e liposuzione
BRACAGLIA R. e coll.
La Medicina Estetica (24) 1: 139 2000

Ginecomastia in Chirurgia Estetica
BRACAGLIA R.
In: “ Enciclopedia Medica Italiana”
Aggiornamento II, Tomo II° pp 1144-1157
USES Ed. – Firenze 1998

Ginecomastia in Chirurgia Plastica
BRACAGLIA R
In ” Terapia Medico-Chirurgica ” D. Gui Ed.
Edizioni Universitarie Scientifiche – Roma 2003

“Our experience with the so called “Pull through” technique for management of gynecomastia”
– BRACAGLIA R., E COLL.
– Annals of Plastic Surgery 2004 April; Vol. 52, Number 4.