Fillers e Fili di sospensione

 

Per quale scopo si utilizzano i Fillers?
I fillers sono sostanze iniettabili utili nel riempire le rughe ed i solchi del viso, gli zigomi e le labbra, ma anche per colmare alcuni infossamenti del corpo conseguenti a pregressi traumi, anomalie di sviluppo ecc.

Di quali sostanze sono costituiti i Fillers?
I Fillers in commercio sono moltissimi, ma di alcuni di cui è stato fatto un uso più diffuso si ha una maggiore casistica rispetto ad altri e ne sono meglio conosciuti sia l’effetto immediato che a distanza, su vaste casistiche. La selezione del tipo di filler viene fatta dal Chirurgo Plastico esteticodi esperienza in funzione della sede da correggere e del risultato che il paziente desidera ottenere.

I Fillers, che sono sostanze iniettabili di riempimento. Possono essere classificati in riassorbibili (es. l’acido ialuronico,) non riassorbibili (acquamid, coaptite, idrossilapatite, poliacrilamide) o parzialmente riassorbibili nel tempo.
L’impianto viene effettuato ambulatorialmente e, per i filler sopra citati, grazie all’alta biocompatibilità ed ipoallergenicità di queste sostanze, non è necessario alcun test preliminare.

In quanto tempo si vedono i risultati?
Il risultato è immediato, e la durata dipende dal tipo di prodotto utilizzato e dalla sede del volto in cui viene inserito: per i filler riassorbibili, al fine di mantenere una giusta correzione estetica, è necessario ripetere la somministrazione periodicamente.  Quelli più utilizzati sono i filler riassorbibili  poiché ad ogni ulteriore somministrazione si adatta il riempimento ad ogni singola esigenza specifica. Si ottiene quindi sempre un risultato ottimale e modificabile in funzione gli eventuali versamenti dimagrimenti o cedimenti  nel tempodei tessuti cutanei. Quelli definitivi, molto meno utilizzati, vengono impiegati, casomai, solo dopo aver utilizzato, per un primo riempimento, un filler riassorbibile e ciò per mostrare alla paziente, sulla sua persona, il risultato reale della correzione desiderata, prima di precedere all’impiego di un Fillers definitivo difficilmente rimovibile in caso di ripensamenti.  I  più moderni dell’ultima generazione sono estremamente biocompatibili e ben integrabili nei tessuti a cui partecipano con attività di sostegno e di  riempimento fornendo dei risultati assai gradevoli sia alla vista che alla palpazione.  Il filler attualmente più utilizzato in assoluto è senz’altro l’acido ialuronico  poiché si integra rapidamente ed è un materiale purissimo.

Cosa sono i Fili di sospensione?
I fili di sospensione sono entrati nella pratica moderna di medicina Estetica come biostimolanti e per sospendere  i tessuti cutanei rilassati, purchè non eccessivamente flaccidi

Come si utilizzano i Fili di sospensione e di che materiale sono costituiti?
Essi sono impiantati in modo rapido ed indolore con un pò di anestesia locale, ambulatorialmente

Quanto tempo rimane il risiltato di un filo di sospensione?
I risultati dipendono dalle caratteristiche del filo impiegato e dalla qualità della cute da biostimolare e sostenere. Medimente il risultato si mantiene circa 6-12 mesi e poi il trattamento si può ripetere. Il risultato è immediato e gradevole da vedere

BIBLIOGRAFIA
Acido Ialuronico iniettabile. Nostra esperienza su 74 casi trattati
BRACAGLIA R., e coll.
Atti del 46° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica pp. 467-469
G. De Nicola Ed. Napoli 1997
Chirurgia Estetica
BRACAGLIA R.
In: “ Enciclopedia Medica Italiana”
Aggiornamento II, Tomo II° pp 1144-1157
USES Ed. – Firenze 1998

Nostra esperienza nell’uso del Gore in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica
BRACAGLIA R. e coll.
Atti del 47° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica pp. 629-633
Palermo 23-26 settembre 1998

Cheiloplastica Estetica
BRACAGLIA R.
Atti Incontri di chirurgia plastica – IDI pp.9-10
Roma 29-30 nov. 1998

Acido Ialurunico: considerazini sulla base di oltre 200 pazienti trattati
BRACAGLIA R., e coll.
47° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica Abstract pp. 329
Palermo 23-26 settembre 1998

Indicazioni e tecniche all’impiego del P.T.F.E. in chirurgia plastica
BRACAGLIA R., e coll.
Atti del 48° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica pp. 335-337
Perugia 25-30 settembre 199

Labbra : indicazioni e tecniche per modificarne la forma ed il volume
BRACAGLIA R. .,e coll.
La Medicina Estetica (23) 1: 116 1999

Acido Ialuronico iniettabile: revisione di 250 casi trattati
BRACAGLIA R. e coll.
La Medicina Estetica (23) 1: 152 1999

FILLERS in Chirurgia Plastica
BRACAGLIA R
“Terapia Medico-Chirurgica ” D. Gui Ed.
Edizioni Universitarie Scientifiche – Roma 2003