Liposuzione Liposcultura


Intervento chirurgico estetico liposuzione liposcultura

Liposuzione – Lipoaspirazione – Liposcultura – Microliposuzione
In alcuni soggetti, il grasso tende ad accumularsi sotto forma di cuscinetti adiposi, che aumentano di volume in modo lento ma progressivo. Questi cuscinetti, spesso chiamati impropriamente Cellulite, possono alterare la shilouette di una persona in modo anche molto evidente e sgradevole. Con la liposuzione ( o lipoaspirazione), la microliposuzione e con la liposcultura è possibile rimuovere il grasso in eccesso, presente in aree corporee ben definite, come i fianchi, il doppio mento,  il collo, la pancia, le ginocchia, le cosce, i glutei ecc. al fine di riportare la figura corporea ad un profilo più armonioso e gradevole. Il concetto moderno del rimodellamento del tessuto adiposo corporeo, mediante la liposuzione, la microliposuzione e la liposcultura, consiste nella regolarizzazione, per quanto possibile, del contorno corporeo, riportando alle giuste proporzioni le forme di una determinata regione.

Si utilizzano metodiche di liposuzione, microliposuzione e liposcultura, liposuzione laser per realizzare delle migliori proporzioni tra i vari elementi della figura corporea. Si ricreano dei migliori rapporti tra le concavità e convessità del profilo, con dei volumi più proporzionati. Dei glutei eccessivamente sporgenti possono esser ridotti di volume, mentre dei glutei piatti, per esempio, possono esser messi in maggior risalto con una liposuzione o lipoaspirazione – liposcultura che riduca il tessuto adiposo del fondo schiena e dei fianchi, e che conferisca ai glutei un effetto estetico di maggiore proiezione. Per dare maggior risalto ai glutei piatti, li si può anche aumentare di volume mediante una tecnica di autotrapianto di grasso prelevato con la lipoaspirazione da altre zone della stessa persona (Vedi lipofilling – liporistrutturazione –  Lipostruttura). Anche in altre zone infossate si può innestare il grasso che viene asportato dalle zone dove è in eccesso.

Durante un intervento su una persona si possono utilizzare varie metodiche di liposuzione (o lipoaspirazione), microliposuzione e di liposcultura, liposuzione laser impiegando le varie tecniche in associazione tra loro, a secondo dei casi e della regione corporea da trattare. I migliori risultati si ottengono in quelle persone in cui si desidera rimuovere adiposità localizzate, che resistono al dimagrimento e all’attività fisica.

La liposuzione è una alternativa al dimagrimento?
La Liposuzione non va considerata come un’alternativa alla dieta dimagrante: mentre la dieta serve a ridurre la massa adiposa in modo ubiquitario, in tutte le sedi corporee sia sottocutanee sia profonde, la lipoaspirazione serve a ridurre il tessuto adiposo solo in quelle sedi sottoposte ad aspirazione. In presenza, quindi di una obesità generalizzata il paziente dovrà sottoporsi ad una dieta dimagrante, invece in presenza di tumefazioni adipose in eccesso localizzate in alcune parti corporee ( ad es. fianchi, glutei, cosce, spalle, caviglie, doppio mento ecc.) sono indicate la liposuzione, la microliposuzione, la liposcultura per migliorare il contorno corporeo.

 La liposuzione è un intervento pericoloso?
La liposuzione, la microliposuzione e la liposcultura sono interventi chirurgici a tutti gli effetti. Esse  Sono metodiche chirurgiche e, quindi, debbono esser eseguite in sala operatoria sterile, da un Chirurgo Plastico Estetico esperto, che  abbia specifica esperienza e ben conosca i principi della chirurgia e l’anatomia chirurgica della regione da trattare. Le condizioni generali e locali della persona che desidera sottoporsi alla liposuzione devono esser controllate preoperatoriamente, scartando, dopo un’attenta valutazione, quei soggetti che presentino condizioni controindicanti l’intervento, quali disturbi della coagulazione, malattie cardiache, vene varicose, ipertensione, diabete non controllato ecc. La corretta selezione del paziente, ed una precisa esecuzione dell’intervento, rendono la liposuzione un intervento affidabile.

E’ enorme il numero di lipoaspirazioni che vengono ogni anno effettuate in Italia e nel Mondo (solo negli USA il numero di liposuzioni è superiore ai 300.000 interventi all’anno!). La liposuzione è un intervento chirurgico a tutti gli effetti e come tale deve esser eseguito da un Chirurgo esperto affiancato da una Equipe di Specialisti, in un ambiente sterile, attrezzato ed idoneo.  Se si seguono le regole della buona chirurgia plastica estetica i rischi sono  assai modesti e comunque gestibili da uno specialista di esperienza, le complicanze della liposuzione, infatti, in mani esperte e scrupolose, sono rare e, comunque, risolvibili.

Come si effettua un intervento chirurgico di liposuzione?
Per aspirare il tessuto adiposo si pratica una minuscola incisione cutanea di pochi millimetri nel fondo di una plica cutanea vicino al “cuscinetto” da rimuovere o in zone che rimangano nascoste. Attraverso questa s’introduce una sottile cannula dotata di una o più fessure aspiranti poste in prossimità del suo apice. La cannula al suo interno è cava ed è collegata, mediante un tubo sterile e flessibile, ad un apparecchio che aspira il grasso (lipoaspiratore) ed al cui interno trattiene in deposito, fino al termine dell’intervento, il grasso rimosso per la valutazione delle masse asportate. Lo strumento chirurgico, sotto stretto e continuo controllo del chirurgo, avanza nel tessuto adiposo da rimuovere con un movimento continuo di avanti-indietro.  A seconda della quantità di grasso da aspirare l’intervento di liposuzione, la microliposuzione e la liposcultura possono essere eseguite in anestesia locale, senza ricovero, o in anestesia locale e blanda sedazione somministrata per via generale dall’anestesista , o in anestesia generale con un giorno di ricovero

La riduzione di tessuto adiposo effettuata mediante la liposuzione, microliposuzione e liposcultura è definitiva poiché il tessuto adiposo asportato non può riformarsi. Con l’intervento si asportano fino a tre litri di tessuto adiposo in modo definitivo costituito da ammassi di cellule con tutto il loro contenuto di grasso(adipociti), raggruppati in ammassi di lobuli adiposi. Ogni lobulo adiposo contiene numerosissime cellule adipose ripiene di grasso assunto con l’alimentazione..

Il risultato di una liposuzione è permanente?
Il risultato della lipoaspirazione è, quindi, da considerarsi una correzione definitiva. Nel caso in cui la persona, in futuro, si ingrassi è intuitivo che, nel tessuto adiposo residuo lasciato nella sede aspirata (ove lo si riduce riportandolo nella norma, ma non lo si asporta mai completamente), può ridepositarsi del grasso facendolo aumentare di volume, ma ciò armonicamente come nelle altre zone non operate. E’ evidente che si riprende ad aumentare ripartendo da una massa decisamente ridotta rispetto a quella che c’era in precedenza, e, quindi, l’ingrassamento sarà più armonico con il resto del corpo rispetto a quello che  si sarebbe  verificato se la persona non si fosse sottoposta all’intervento di liposuzione.

La liposuzione, la microliposuzione e la liposcultura non risolvono direttamente il problema della cosiddetta “buccia d’arancia”, tipico della cellulite, ma indirettamente possono migliorarlo, riducendo la compressione ed il turgore esercitato dal tessuto adiposo sottocutaneo sulla cute sovrastante.

 Quale è il post operatorio di un intervento di liposuzione?
Nell’immediato postoperatorio sono abbastanza frequenti la comparsa di ecchimosi nelle zone operate; in genere sono di modesta entità e si riassorbono spontaneamente in pochi giorni.  E’ infrequente che a distanza di tempo si apprezzi una lieve irregolarità cutanea o un’asimmetria del contorno corporeo.  Al fine di prevenire  le irregolarità e far regredire gli edemi,  subito dopo l’intervento si indossa  un idoneo è indumento elastico complessivo a pelle per due-quattro settimane. Questo può essere rimosso quando ci si fa la doccia e lo si può lavare e indossare direttamente a pelle sotto i propri vestiti. La modica compressione che viene effettuato far regredire il gonfiore residua all’intervento e regolarizza  anche le eventuali piccole irregolarità riciclate all’intervento.  Al fine di migliorare ancora di più i risultati e accorciare i tempi  del pieno recupero trascorsi i primi 10 giorni  la persona   è bene che si sottoponga a dei massaggi di linfodrenaggio manuale o con la Endermologie.

BIBLIOGRAFIA

Liposuzione
BRACAGLIA R.
In “Enciclopedia Medica Italiana “
pp. 4683-4687
USES Edizioni Scientifiche – Firenze 1991

Panniculopatia edematofibrosclerotica
BRACAGLIA R.
In “Enciclopedia Medica Italiana”
Vol. IV Aggiornamento pag. 5690-5691
USES Edizioni Scientifiche Firenze 1993

Liposuzione in Chirurgia Estetica
BRACAGLIA R.
“ Enciclopedia Medica Italiana”
Aggiornamento II, Tomo II° pp 1144-1157
USES Ed. – Firenze 1998

Trunk liposculture
BRACAGLIA R. e coll.
Ippocrateios (3): 14-16 1998

Torace e liposuzione
BRACAGLIA R. e coll.
La Medicina Estetica (24) 1: 139 2000

Liposuzione in Chirurgia Plastica
BRACAGLIA R
In ” Terapia Medico-Chirurgica ” D. Gui Ed.
Edizioni Universitarie Scientifiche – Roma 2004

“Liporistrutturazione del viso e lipolifting”
BRACAGLIA R., E COLL
La medicina Estetica 2003 Jan, Anno 27 Numero 1

Endermologie
L’Endermologie è una metodica efficace sulle adiposità localizzate e diffuse, sulle cicatrici del corpo. L’Endermologie fa parte di quei trattamenti “leggeri” sempre più richiesti perché efficaci e non impegnativi dal punto di vista fisico per il paziente e che consentono di ottenere miglioramenti estetici senza gli stop lavorativo – sociali tipici di un intervento chirurgico. Questa metodica non invasiva si basa su un massaggio modulabile praticato da un dispositivo prodotto dalla LPG System sui tessuti cutanei e sottocutanei. L’Endermologie, grazie ad un manipolo a rulli ruotanti che applica pressioni negative e positive determina variazioni del flusso ematico e linfatico della pelle che favoriscono il trofismo cutaneo.