Rughe e Cicatrici



Cicatrici del Viso: Correzione mediante Dermoabrasione
La dermoabrasione è una metodica efficace per attenuare cicatrici post traumatiche del viso o quelle esito d’acne. Essa consiste nella rimozione meccanica degli strati più superficiali della pelle. Il derma si rigenera, in circa 7-10 giorni, e crea un nuovo strato di pelle più levigata di quella precedente.
Con la dermoabrasione si trattano, in genere con un buon vantaggio alcune cicatrici del volto esito di incidenti, o di pregressi interventi chirurgici.

Intervento chirurgico:
La dermoabrasione consiste nella rimozione meccanica, con una mola diamantata, degli strati cutanei più esterni, lasciando quella degli strati più profondi. Si realizza ciò che è definito un resurfacing meccanico della cute. Si rimuove in tal modo solo lo strato superficiale della pelle, che contiene le irregolarità più sporgenti, rendendola più liscia. Dopo la dermoabrasione si applicano per alcuni giorni dei farmaci locali che favoriscono la riepitelizzazione. Essa in genere si realizza in 7-10 gg.
Il dolore post operatorio è assai modesto o, in molti casi addirittura assente, comunque ben dominabile con un semplice analgesico. Dopo l’intervento la persona dovrà non esporsi al sole per un periodo di tempo variabile da caso a caso e applicare per alcune settimane delle creme specifiche. La dermoabrasione, a seconda dei casi e delle scelte del paziente, può essere eseguita in anestesia locale, ambulatorialmente, o in anestesia generale, con un giorno di ricovero.

BIBLIOGRAFIA
Dermoabrasione in Chirurgia Estetica
BRACAGLIA R.
“ Enciclopedia Medica Italiana”
Aggiornamento II, Tomo II° pp 1144-1157
USES Ed. – Firenze 1998

Skin resurfacing – dermoabrasione in Chirurgia Plastica
BRACAGLIA R
” Terapia Medico-Chirurgica ” D. Gui Ed.
Edizioni Universitarie Scientifiche – Roma 2003

Rughe del viso: Trattamento con il Laser Resurfacing o con la Coblation Resurfacing)
Il viso, con il passare degli anni, tende a ricoprirsi di una rete più o meno fitta di rughe specialmente attorno alle palpebre, labbra, guance e fronte, in particolare in coloro che sono stati molto al sole. Compaiono anche molte macchie diffuse che tendono a confluire alterando il colorito della pelle. Per attenuare le rughe e le macchie del viso si possono utilizzare tecniche assai moderne ed avanzate quali il Resurfacing con il Laser (laser co2, laser erbium) o resurfacing con la metodica della Coblation.
Il Laser “Skin Resurfacing” o la Coblation Skin Resurfacing sono in grado di ridurre le rughe del viso in una o più sedute, in anestesia locale o generale, a secondo dei casi. Con tali procedimenti si rimuovono gli strati più superficiali della pelle che ricrescono, rinnovati, in circa 10 giorni. Le rughe del volto vengono più o meno visibilmente ad attenuarsi. Il laser resurfacing è una metodica più efficace perché più intensa, mentre il resurfacing mediante coblation è più soft ma con dei tempi di recupero post trattamento più breve. La Coblation è una metodica innovativa, con un decorso rapido ed un tempo di recupero contenuto. Con tale procedimento si effettua uno skin resurfacing non aggressivo, in cui sia il gonfiore sia il rossore della pelle si attenuano in tempi più rapidi di quelli di un laser resurfacing.

BIBLIOGRAFIA
Chirurgia Estetica
BRACAGLIA R.
In: “ Enciclopedia Medica Italiana”
Aggiornamento II, Tomo II° pp 1144-1157
USES Ed. – Firenze 1998

Coblation in Chirurgia Plastica
BRACAGLIA R
In ” Terapia Medico-Chirurgica ” D. Gui Ed.
Edizioni Universitarie Scientifiche – Roma 200

Il laser ultrapulsato: esperienza personale nel ringiovanimento del viso
BRACAGLIA R. e coll.
La Medicina Estetica (22) 1: 118-119 1998

Laser Resurfacing
BRACAGLIA R.
Atti Incontri di Chirurgia Plastica – IDI pp.11-12
Roma 29-30 nov. 1998

Laser ultrapulsato resurfacing
BRACAGLIA R e coll.In : “Medicina Estetica: invecchiamento generale, invecchiamento cutaneo”
pp. 375-378
SALUS Editrice Internazionale – Roma 199

Face lifting, Laser Resurfacing and ancillary procedures in face rejuvenation surgery
BRACAGLIA R. e coll.
Journal of applied cosmetology 20 (1): 32-33 200

La Coblation: una buona tecnologia per resurfacing cutaneo
BRACAGLIA R e coll.
Atti 51° congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed estetica pag 265
Verona 19-21 Settembre 2002

“IPL, nostra esperienza nel ringiovanimento cutaneo e nella correzione delle discromie”
BRACAGLIA R E COLL
XXV Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica, 23 – 25 Aprile 2004.

Riduzione rughe viso – Tossina Botulinica (Vistabeck)
Per ottenere la riduzione delle rughe che compaiono a seguito della contrazione della muscolatura mimica del viso, si inietta la tossina botulinica direttamente nel contesto del muscolo del viso di cui si vuole attenuare la contrazione. La tossina botulinica è impiegata in Medicina da molti anni nel mondo occidentale, specialmente in USA, con ottimi risultati nella cura di malattie e, a scopo estetico, per il trattamento delle rughe d’espressione del viso. La tossina botulinica o, come viene chiamata frequentemente, il “botulino” è una sostanza prodotta in laboratorio e molto purificata, concentrata e dosata in U.I. (Unità Internazionali). Il pieno effetto è visibile solo dopo alcuni giorni con la riduzione della formazione delle rughe della cute immediatamente soprastante. L’efficacia del trattamento prosegue per alcuni mesi dopo di che, per mantenere il risultato, si deve ripetere la somministrazione. Il trattamento è effettuato in ambulatorio. Il risultato estetico della tossina botulinica è molto gradito da persone sia di sesso maschile sia femminile poiché si riduce la formazione delle rughe orizzontali della fronte, quelle sgradite presenti tra le sopracciglia ed il naso, che danno un aspetto accigliato al volto.