Tatuaggi e Macchie

 Come si Rimuovono i Tatuaggi?
La rimozione di tatuaggi, anche di ampia superficie, è possibile oggigiorno in modo incruento, con un Laser specifico a secondo del tipo di pigmento che è stato utilizzato per realizzare il tatuaggio stesso, e del suo colore.
In passato, per asportare un tatuaggio, si poteva solo ricorrere a tecniche chirurgiche che lasciavano cicatrici permanenti più o meno evidenti, ma sempre visibili. Oggi con i nuovi laser ciò è superato ed è possibile ottenere ottimi risultati anche senza cicatrici. Il Laser colpisce le minuscole particelle depositate nel derma, con un raggio di luce specifico per ogni tipo di pigmento, così selettivo e potente da distruggerle, senza provocare alterazioni della pelle. A seconda del colore del tatuaggio ( se ad esempio nero, rosso, verde, blu) deve esser utilizzato un particolare Laser con raggio adeguato al caso specifico. I più recenti Laser hanno una maggiore efficacia nel rimuovere i tatuaggi, perchè sono in grado di raffreddare, per pochi istanti a 4 C°, la pelle tatuata, consentendo così alla cute di esser attraversata da un raggio di maggior potenza (quindi più efficace), senza che questo provochi danno termico in superficie. A seconda del tipo di pigmento utilizzato (se d’origine vegetale o minerale) possono esser necessari più trattamenti, distanziati di circa un mese uno dall’altro. Ad ogni trattamento il tatuaggio diventa meno visibile fino a scomparire pressoché totalmente in media in circa quattro-cinque sedute.    La seduta di laser per i tatuaggi viene effettuata ambulatorialmente, non necessita di alcuna anestesia. Dopo ogni trattamento si possono riprendere le normali attività lavorative o sociali.

Come si rimuovono le Macchie Vascolari, Nevi Flammei, Angiomi Piani, Angiomi Rubini, Angiomi Stellati?
Alcuni soggetti presentano sin dalla nascita delle malformazioni vascolari cutanee di colore rosso (angioma piano/nevo flammeo). Mediante un laser vascolare specifico si può ottenere un trattamento efficace di tali lesioni cutanee. Con il raggio di lunghezza d’onda idoneo a provocare la regressione dei piccoli capillari dermici si ottiene una progressiva attenuazione del colore rosso della pelle con l’angioma.
Il trattamento con il laser vascolare si effettua in una seduta ambulatoriale di pochi minuti e si ottiene un progressivo scolorimento di macchie vascolari, nevi flammei, angiomi piani, angiomi rubini, angiomi stellati e del colorito rosso acceso. Le lesioni che rispondono meglio sono quelle piane, in cui il colore è rosso acceso rispetto a lesioni di colorito più pallido. Per ottenere un buon risultato è necessario effettuare un ciclo di trattamenti con il laser vascolare distanziati nel tempo, con uno schema che lo Specialista può variare a seconda del caso.

Come si rimuovono le Macchie Pigmentate Cutanee, Macchie Senili Cutanee?
Alcune persone manifestano dei precoci fenomeni d’invecchiamento della cute con la comparsa di numerosissime macchie cutanee senili. Le macchie senili si formano sulla cute di persone predisposte spontaneamente o a seguito di una esposizione cronica eccessiva al sole. E’ possibile oggigiorno migliorarle e, in alcuni casi, arrivare fino alla loro quasi completa scomparsa con una metodica assolutamente “soft”: l’IPL (Intensive Pulsed Ligth). Essa non implica interruzione della normale vita di relazione e lavorativa. L’IPL (Intensive Pulsed Ligth) consiste in un fascio di luce molto intenso emesso da uno strumento (manipolo) che, poggiato sulla pelle per pochi secondi, è in grado di far regredire l’iperpigmentazione delle macchie in poche sedute. Il trattamento con IPL (Intensive Pulsed Ligth) non provoca alcuna sensazione fastidiosa, non provoca interruzione delle normali attività quotidiane e si esegue ambulatorialmente. Con alcune sedute, distanziate di circa 3-4 settimane una dall’altra, si assiste ad una progressiva attenuazione, fino, in molti casi, alla scomparsa di tali macchie pigmentate cutanee senili.