FAQ Iperidrosi Ascellare


D. Come mai c’è una produzione in eccesso del sudore al livello delle ascelle?
R. La produzione in eccesso di sudore è legata ad un aumento delle dimensioni delle ghiandole sudoripare e a stimoli nervosi in eccesso che arrivano alle stesse

D. Nelle ascelle ci sono i ghiandole linfatiche importanti: esse vengono rimosse o alterate dall’intervento?
R. No le ghiandole linfatiche sono molto profonde e non vengono assolutamente neppure sfiorate dall’intervento che rimane superficiale al livello della cute ove si riduce la dimensione delle minuscole delle ghiandole sudoripare presenti nello spessore della pelle ascellare.

D. Dopo l’intervento si hanno alterazioni della pelle nell’ascella?
R. La pelle viene operata nel suo strato interno non modificando l’aspetto esterno della cute ove rimane solo una breve cicatrice a Z nel profondo del cavo ascellare

D. Ci sono limitazioni del movimento delle braccia dopo l’intervento?
R. Solo nei primi giorni il movimento delle braccia ha delle limitazioni di modesta entità ma rapidamente si riprende un’attività fisica regolare e di sport d’un mese dopo l’operazione.

D. Il risultato dell’operazione è stabile nel tempo o si ritorna a produrre nuovamente in eccesso il sudore di prima dell’operazione?
R. Il risultato rimane negli anni poiché si riduce la dimensione di queste minuscole ghiandole sudoripare presenti nella pelle ed anche il loro numero globale.

D. Quali vantaggi offre l’intervento chirurgico rispetto alla somministrazione con punture locali della tossina botulinica?
R. L’intervento chirurgico a un risultato che è definitivo nel tempo mentre la tossina botulinica perde il suo affetto nel giro di alcuni mesi portando non recidiva della sudorazione come prima del trattamento con la tossina stessa