dott. prof. ROBERTO BRACAGLIA - chirurgia estetica

home » chirurgia estetica del viso » rinoplastica - rinosettoplastica

Rinoplastica - Rinosettoplastica

VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA 1 - 2 - 3

 

Il naso  può avere problemi sia funzionali che estetici che possono esser corretti durante lo stesso intervento.

La Rinoplastica  è uno degli interventi di chirurgia estetica più richiesti  in assoluto  sia in Italia che all'Estero. Esso consente  la correzione dei difetti della forma (gibbo, naso torto o deviato) o delle dimensione eccessiva del dorso, della punta( cadente, asimmetrica, globosa, ipertrofica) della forma e dimensioni delle narici. E' molto frequente che oltre alle correzioni estetiche (Rinoplastica) si debbano associare anche quelle funzionali sul setto (settoplastica) e sui turbinati ipetrofici (Rinosettoplastica).

Come si decide quali modifiche fare al naso con la Rinoplastica?

Grazie ai progressi della chirurgia estetica, la Rinoplastica moderna consente di ottenere, secondo i desideri del paziente, risultati molto più naturali di quelli di anni fa, eliminando semplicemente i difetti specifici di "quel" naso, senza sconvolgerne la forma.

Prima dell'intervento il Chirurgo Specialista visita il naso effettuando una valutazione delle parti interne (delle cavità nasali per valutare la presenza di deviazioni del setto, ipertrofia dei turbinati) ed esegue delle fotografie di profilo, di tre quarti, frontali ed assiali con cui analizza insieme al Paziente tutte le caratteristiche e i difetti del naso. Insieme fanno il programmazione delle correzioni da eseguire per rimuovere tutti quegli aspetti indesiderati.

Per mantenere una gradevole armonia del naso con il resto del volto e del profilo, il Chirurgo, nel fare il programme delle modifiche da fare, deve tenere conto degli elementi razziali dell'individuo, delle caratteristiche dei suoi lineamenti, della forma del resto del viso come ad es. quella della fronte e del mento, del colorito dei capelli, degli occhi e della pelle. 

         Il Chirurgo Estetico esperto analizza con il paziente tutti i dettagli delle correzioni da eseguire, consigliandolo e guidandolo con la massima attenzione e riguardo, nel delicato momento della programmazione dell'intervento di Rinoplastica. Alcune persone desiderano vedere al computer la forma che potrà avere il naso dopo l’intervento di Rinoplastica: tale metodica può aiutare a comprendere che il proprio aspetto verrà a cambiare, ma non può dare certezze di un determinato risultato. In altre parole è bene diffidare di chi fa vedere che il naso è modificabile con disinvoltura, inoltre non è detto che quanto realizzato con il software di foto ritocco del computer possa esser realizzato con le reali capacità dal chirurgo operatore. Per comprendere come può cambiare il naso, il chirurgo deve spiegare quali cambiamenti consiglia di apportare ad ogni singolo elemento che compone la piramide nasale, e mostrare foto pre e post operatorie di pazienti con analoghi problemi e l’effettivo risultato da questi ottenuto. Da queste immagini si può vedere se il chirurgo sa realizzare realmente quello che dice.

 

Da che età è possibile effettuare una rinoplastica?


L'accrescimento delle strutture nasali termina verso i 15 anni per le donne, 16 per gli uomini, quindi è tecnicamente possibile effettuare l'intervento di Rinoplastica o di Rinosettoplastica a partire da questa età soprattutto se esistono problemi funzionali che ne consigliano l'intervento, accertandosi però prima della piena coscienza da parte del giovane paziente di sottoporsi all'intervento. Molto spesso la rinoplastica è richiesta da giovani adulti che hanno ben chiara la situazione del loro naso e le correzioni che desiderano apportarvi.
A volte l’intervento di Rinoplastica viene richiesto anche da persone anziane per correggere un difetto estetico del naso, sempre mal tollerato durante l'arco della vita ma mai accettato o, in altri casi, per eliminare gli ineluttabili segni d'invecchiamento che si manifestano anche sul naso, come la punta che aumenta di dimensioni e tende a scendere verso il basso.

E' possibile  correggere nello stesso intervento la funzione nasale e l'aspetto estetico del Naso.  Molto spesso insieme all’intervento estetico si effettua anche la correzione di difetti che influiscono sulla respirazione, conseguenti ad una deviazione del setto nasale, e/o ad una ipertrofia dei turbinati. In questi casi è importante che il Chirurgo oltre ad avere abilità nella chirurgia estetica ed una specifica competenza nella chirurgia funzionale del naso e possa lui stesso eseguire al meglio le richieste modifiche estetiche (esterne) con la Rinoplastica e quelle funzionali ( interne ) di Settoplastica facendo in modo che le une si adattino e si predispongano al meglio per integrarsi con le altre. In tali casi i migliori risultati si ottengono quando il Chirurgo del naso è specialista sia in Chirurgia Plastica che in Otorino, come nel caso del Prof Bracaglia.
In alcuni casi, infine, l’intervento di Rinoplastica (rinoplastica secondaria) è richiesto per correggere e migliorare il risultato di una precedente operazione (esiti di rinoplastica), che, eseguita da mani non sufficientemente esperte, non ha soddisfatto le aspettative del paziente.



Come si svolge l’intervento Chirurgico di Rinoplastica?


La Rinoplastica (o la rinosettoplastica )viene effettuata all'interno delle cavità nasali, tramite le narici, e, quindi, è invisibile dall'esterno.
L'intervento consiste nella modifica della forma delle ossa e delle cartilagini che costituiscono la struttura rigida del naso. Come prima cosa si libera dall’interno la cute dalle cartilagini. Il momento più importante è rappresentato dalle piccole e delicate modifiche, millimetriche, che vengono eseguite sulle cartilagini del dorso, della punta e sulle ossa al fine di cambiarne la forma nella maniera desiderata.

            Al termine dell’operazione di Rinoplastica la pelle, grazie alla sua plasticità ed elasticità, ripoggiandosi sul nuovo naso si riadatta a questo. Alla fine dell'intervento all’interno delle narici sono posizionati due piccoli tamponi morbidi, facilmente rimovibili e senza dolore, perché ricoperti di pomata grassa che non li fa aderire alle mucose. Essi che vengono rimossi il mattino seguente, a poche ore, quindi, dal termine dall'intervento scivolando facilmente fuori con una leggera trazione.

La persona viene dimessa e tornando a casa sul dorso del naso porta solo una piccola una placchetta rigida, fissata con un cerotto. Questa viene tolta dopo una settimana e per altri sette giorni rimane sul naso un cerottino di carta. A due settimane dall’intervento il naso è completamente libero. Dopo una Rinoplastica o Rinosettoplastica è raro che si possa verificare una complicanza quale la correzione parziale del difetto, o che la guarigione dei tessuti del naso possano avvenire in modo non uniforme e simmetrico nelle due parti, che emergano piccole irregolarità a distanza dall'intervento o un deficit della funzione respiratoria: questi problemi sono infrequenti e comunque correggibili con un eventuale piccolo ritocco . In mani esperte, le complicanze sono più rare e, di solito, di minor entità ed il risultato stesso ha maggiori probabilità di corrispondere a quello desiderato o comunque di avvicinarsi maggiormente ad esso.
Dopo l'intervento di rinoplastica o di rinosettoplastica, anche se la cosa può destare sorpresa, di regola non si avverte alcun dolore. Subito dopo l’operazione il naso e le guance presentano un gonfiore che, nella maggior parte dei casi, si riduce di molto in un paio di settimane. Il prof. Bracaglia nella sua attività di interventi di Rinoplastica che svolge a Roma asporta i tamponi nasali la mattina seguente l'intevento, prima della dimissione. Sol naso rimane per sette giorni una leggera ma efficace medicazione protettiva con cui il Paziente ritorna a casa.
Attività quotidiane limitate possono essere riprese rapidamente, nell'arco di due o tre giorni, mentre è opportuno attendere almeno un mese prima di indossare occhiali, Dopo solo tre settimane si può tornare ad esporsi progressivamente al sole.

Che tipo di anestesia viene effettuata?

 L'intervento di Rinoplastica, come quello di Rinosettoplastica completa, viene solitamente effettuato in anestesia generale con un giorno di ricovero, ma, nei casi di Rinoplastiche limitate ad un elemento del naso ( ad es. la sola punta), è possibile anche effettuarlo in anestesia locale, senza ricovero, o con sedazione, in day Hospital.

In cosa consiste una Rinoplastica Chiusa o una Rinoplastica Aperta?

La Rinoplastica "Open" e la Rinoplastica "Closed" si differenziano per la via d'accesso con cui si raggiungono le strutture del naso. Le correzioni da effettuare su un determinato naso possono essere effettuate  in modo più efficace con la tecnica "Open" o con quella "Closed". E' il Chirurgo esperto che programma di volta in volta, per ogni singolo suo Paziente quele sia l'approccio più efficace per risolvere al meglio il difetto o i difetti cartilaginei o osse del naso.

Quando il Chirurgo seleziona la Rinoplastica Chiusa (Closed Rhinoplasty) o la rinoplastica Aperta (Open Rhinoplasty)?

Utilizzare la tecnica Closed o Open non è, cioè,  una scelta rigida ma si deve selezionata in funzione del singolo caso. Il Chirurgo deve necessariamente conoscere e saper utilizzare più tecniche per poter ottenere in ogni caso il miglio risultato.   Con la Rinoplastica Chiusa le strutture del naso possono essere raggiunte mediante una via d'accesso solo interna al naso, mentre se si ricorre alla open si effettua in più solo una minuscola incisione di 3mm circa, al di sotto del sottosetto in sede non visibile, che consente di effettuare molte modifiche efficaci ad ottenere con ancora maggior precisione alcune modifiche soprattutto della porzione cartilaginea del naso e soprattutto della punta.

Il Chirurgo d'esperienza sa scegliere la strada migliore in ciascun caso in funzione di quali modifiche ha deciso di apportare. La selezione di quale tecnica scegliere è fatta in modo di ottenere la correzione più perfetta ed affidabile della forma e della funzione del naso.

 

 

 

RINOPLASTICHE SECONDARIE per ESITO di RINOPLASTICA

 

VAI ALLA GALLERIA FOTOGRAFICA

La Rinoplastica è uno degli interventi più complessi della Chirurgia Estetica che deve essere eseguita da Chirurghi di grande esperienza- Essa se ben programmata ed eseguita in modo preciso procura grandissime soddisfazioni sia al Chirurgo sia al Paziente.

Al contrario, se la Rinoplastica è eseguita da un Chirurgo poco esperto si possono ottenere risultati parziali o in alcuni casi addirittura sgradevoli. In tali situazioni il Paziente si mette alla ricerca di un Chirurgo specificamente preparato e d'esperienza che sia in grado di risolvere i suoi problemi con un  intervento chirurgico di Rinoplastica Secondaria.

Quali tipi di interventi di difetti sono sono più frequentementi  negli esiti di rinoplastica?

I difetti che si possono riscontrare possono essere dovuti o ad asportazioni in eccesso o in difetto di strutture cartilaginee o ossee, o eseguite in modo irregolare o asimmetriche tra i due lati del naso.  il naso è una struttura costituita da numerose cartilagini ed ossa che si articolano tra di loro e si raccordano in modo di formare un'impalcatura unica.  Le correzioni degli esiti di una rinoplastica   deve essere preceduta da un'attenta e meticolosa e precisa valutazione di ogni  singolo difetto.  In alcuni casi  il primo chirurgo si è  limitato a fare una correzione insufficiente dei difetti estetici e funzionali del naso e la rinoplastica secondaria deve completare una Rinoplastica che è stata solo parzialmente abbozzata e non condotta a termine in modo giusto. Altre volte, invece,  se il primo chirurgo  fatto delle asportazioni in eccesso, con una rinoplastica secondaria si deve reintegrare il tessuto cartilagineo o osseo asportato in eccesso.   A tal fine si utilizzano  delle  tecniche di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica specifiche. . Esse sono le cartilagini alari con le loro Crura mediali  e laterali,  i Domi,  le cartilagini triangolari, le ossa nasali e le spine, la lamina quadrangolare, il vomere, le lamina perpendicolari,  il processo nasale delle ossa Palatine.  Tutte queste strutture possono essere state modificate in modo erroneo o asportate in maniera del tutto inopportuna con conseguente  alterazione  della morfologia del naso. 

 Quali tipi di tecniche chirurgiche possono essere impiegate per la correzione di un esito di rinoplastica?

Il programma di recupero di un esito di rinoplastica è un intervento in cui oltre a recuperare l'aspetto estetico compromesso,  si deve anche ripristinare la corretta respirazione. L'intervento deve essere basato su un'attenta e precisa ricognizione  preoperatoria dei danni apportati alla impalcatura ossea e cartilaginea del naso. La sua  impalcatura è costituita da numerose cartilagini ed ossa che si raccordano e si incastrano fra di loro a formare la struttura del naso stesso.  Le tecniche  chirurgiche  sono altamente raffinate e specifiche   e possono comportare l'utilizzo di autotrapianti di cartilagine prelevata dallo stesso paziente. La Rinoplastica secondaria ha generalmente un decorso post operatorio indolore, ma con dei tempi di recupero un poco superiori a quelli di una Rinoplastica primaria.  L'esperienza e l'abilità del Chirurgo  chirurgo plastico  esperto in Chirurgia naso è in grado  raggiungere risultati decisamente molto buoni sia dal punto di vista estetico che della funzione.

 

PRENOTAZIONE VISITE:
Tel 06-35454444
Studio:  CENTRO DI CHIRURGIA ESTETICA - Clinica Villa Stuart  -  Via Trionfale 5952 (Camilluccia)  00136 -  Roma

Per notizie sulla struttura e le attività del Bracaglia Aesthetic Center di Villa Stuart in Roma puoi consultare il sito:  www.bacesteticaroma.it

 

 Il Prof. Bracaglia, in qualità di Specialista particolarmente dedito alla Chirurgia Estetica ha perfezionato e ha ideato nuove tecniche chirurgiche migliorative della Rinoplastica che oggi sono messe a disposizione dei Colleghi Chirurghi Plastici Estetici della Comunità Scientifica Internazionale dal “National Istitute of Health” e dal “National Center for Biotechnology Information” – USA :

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23524747
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22842447
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22544129
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15037172
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16044235
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15710127
 

 

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE DEL PROF. BRACAGLIA SULLA RINOPLASTICA:

 

Rainbow graft: a technique for the replacement of the lower lateral cartilages, improvement of tip projection, and correction of external nasal valve dysfunction.
Bracaglia R, e Coll
J Craniofac Surg. 2013 Nov;24(6):1882-5.

 

" Nougat graft": diced cartilage graft plus human fibrin glue for contouring and shaping of the nasal dorsum. 
Bracaglia R e Coll.
PLASTIC AND RECONSTRUCTIVE SURGERY, vol. 130, p. 741-743 2012

 

A technique to make spreader graft fixation easier..
Bracaglia R e Coll.
PLASTIC AND RECONSTRUCTIVE SURGERY, vol. 129, p. 857-859 2012


Alar Cartilage Grafts for Repair of Complex Tip Defects: Cosmetic Surgery in Aid of Reconstructive Surgery
BRACAGLIA R, e Coll ..
PLASTIC AND RECONSTRUCTIVE SURGERY, vol. 130, p. 378-380, . 2012


Management of Patients Undergoing Rhinoplasty While Receiving Anticoagulant Therapy..                                                                                                                                                                                               Bracaglia R, e coll
AESTHETIC PLASTIC SURGERY, vol. 36, p. 1087-1089, 2012


Chirurgia Estetica.
Bracaglia R
In: ENCICLOPEDIA MEDICA ITALIANA III aggiornamento della II edizione.. p. 628-645, FIRENZE:Enciclopedia Medica Italiana, USES Ed. Scient 2008


Secondary rhinoplasty
Bracaglia R e coll .
AESTHETIC PLASTIC SURGERY, vol. 29, p. 230-239 2005


“Endoscopic excision for postrhinoplasty mucous cyst of the nose”
Bracaglia R., e Coll –
British Journal of Plastic Surgery 2005 Mar; Vol. 58 Issue 2, Pag. 271-274.

“Rinoplastiche in nasi torti”
BRACAGLIA R E COLL
XXV Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica, 23 – 25 Aprile 2004.
Verona – Italia.

 

“Double lateral osteotomy in aesthetic rhinoplasty”
Bracaglia R., E COLL –
British Journal of Plastic Surgery 2004 March; Vol. 57, Issue 2, Pag. 156-159.

 

Rinoplastiche in nasi torti
BRACAGLIA R. e coll
XXV Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica, 23 – 25 Aprile 2004.
Verona – Italia.

 

Rinoplastica in “Chirurgia Plastica” - " Terapia Medico-Chirurgica
BRACAGLIA R
Edizioni Universitarie Scientifiche - Roma 2003

 

Stenosi iatrogena della valvola nasale post rinoplastica: indicazioni e risultati dell'impiego di innesti combinati
BRACAGLIA R e coll.
Atti 51° congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed estetica pag 198
Verona 19-21 Settembre 2002

 

Rinoplastica,plastica degli zigomi e del mento, liposuzione del sottomento: come e quando associarli nel riequilibrio del profilo
BRACAGLIA R. e coll.
La Medicina Estetica (25) 1: 174 2001

 

La rinoplastica estetico-funzionale: nostra venticinquennale esperienza
BRACAGLIA R. e coll.
Meeting Annuale Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica della Testa
Roma 17 marzo 2001

 

Rinoplastica: quali correzioni effettuare e quali non per ottenere un naso armonioso nei pazienti con naso torto e gibboso
BRACAGLIA R e coll.
La Medicina Estetica (25) 1: 172 2001

 

Impiego di materiali autologhi e non nella chirurgia degli esiti di rinoplastica
BRACAGLIA R., e coll.
Atti 45’ Congresso della Societá Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica pag. 429-437

 

Chirurgia Estetica della punta del naso: ventennale esperienza personale
BRACAGLIA R., e coll.
Atti del XVIII Congresso Nazionale di Medicina Estetica pag. 73
Roma, 21-23 marzo 1997

 

Nostra esperienza nelle correzioni della punta del naso in Pazienti con esiti di labiopalatoschisi
BRACAGLIA R e coll.
Atti del 46° Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica pp. 419-421G. De Nicola Ed. Napoli 1997

 

Rinoplastica in Chirurgia Estetica - “ Enciclopedia Medica Italiana”
BRACAGLIA R.
Aggiornamento II, Tomo II° pp 1144-1157
USES Ed. – Firenze 1998

 

Rinoplastica: programma differenziato nei pazienti di sesso maschile e femminile
BRACAGLIA R e coll.
La Medicina Estetica (22) 1: 120 1998

 

Correzione estetica della punta del naso
BRACAGLIA R.
Atti Incontri di chirurgia plastica – IDI pp.53-54
Roma 29-30 nov. 1998

 

Reflexion sobre los lineamientos basicos en la programacion de la rinoplastia
BRACAGLIA R., e coll.
Rivista Argentina de Cirugia Plastica 2(1), 32-36, 1996.

 

La Rinoplastica:criteri nella scelta delle correzioni morfologiche da eseguire nel recupero di un armonico aspetto estetico del naso.
BRACAGLIA R., e coll.
La Medicina Estetica, Anno 20, nr. 1, Gen-Mar 1996, pag. 69

 

Secondary Rhinoplasty: our experiences
BRACAGLIA R., e coll.
XIII International Congress, pag. 25
New York 28 september - 3 october 1995

 

Gli esiti di traumi nasali: aspetti della problematica chirurgica
BRACAGLIA R., .,e coll.
Atti XXXVII Congresso Nazionale della Societá Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, pag. 317-322
Monduzzi Editore Bologna 1989

 

Trattamento chirurgico del rinofima: nostra esperienza
BRACAGLIA R., .,e coll.
Atti XXXVIII Congresso Nazionale della Societá Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, pag. 271-275
Monduzzi Editore Bologna 1989

 

Rinoplastica e volto
BRACAGLIA R., e coll
Atti del XXXVII Congresso Nazionale della Societá Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, pagg.435-439
Monduzzi Editore Bologna 1988

 

Rinoplastiche secondarie
BRACAGLIA R., e coll
Atti del XXXVII Congresso Nazionale della Societá Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, pag.465-469
Monduzzi Editore Bologna 1988

 

L'accorciamento della columella in corso di rinoplastica: tecnica personale
BRACAGLIA R., e coll.
Atti del XXXVII Congresso Nazionale della Societá Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, pag 517-521
Monduzzi Editore Bologna 1988

 

La chirurgia della punta del naso negli esiti di labiopalatoschisi
BRACAGLIA R e coll.
Atti III Convegno del Club Meridionale di Chirurgia Plastica pag. 129-133
Benevento 9-10/12/1988

 

Neorinoplastiche parziali e totali, Indicazioni sulla scelta tra tecniche chirurgiche classiche e nuove
BRACAGLIA R.
Atti del Congresso Mondiale di Chirurgia Maxillo-Facciale pp.183-186
Sorrento 25-28/5/1982

 

Reconstructive surgery of complex tissue losses of the nose.
BRACAGLIA R.
VI Congresso European Association for Maxillo-Facial Surgery, p.67
Hamburg (West Germany) 13-18/9/1982

 

Criteri di utilizzazione dei lembi ad isola nella ricostruzione della piramide nasale
BRACAGLIA R., e coll..
Atti V Congresso Nazionale di Chirurgia Maxillo-Facciale pagg. 499 - 505, Monduzzi Editore, Bologna 1989